lunedì 29 settembre 2008

Il quaderno di Emma

A lungo le vicende di Emma Brugnatelli si intrecciano con quelle della cugina Angioletta nei giorni del 1888 in cui viene steso il diario. Tra le due amicizia, ma anche gelosia. Il 6 aprile il Pietro "pospone" la sua Angioletta "a contatto dell'Emma" (immaginiamo Angioletta intendesse "a confronto"). Poi il 5 agosto 1888 Ercole, il padre di Emma, muore ed Angioletta pare aiutare Emma in quei giorni difficili.
Di Emma sappiamo meno, non sappiamo quanti anni avesse, ma sembra che dopo il matrimonio di Angioletta le due vite si siano abbastanza separate. Più "familiare" quella di Angioletta, più vivace e mondana quella di Emma, di cui ci resta un quaderno molto diverso rispetto al diario di Angioletta. Diverso per dimensioni, più grande e con copertina più rigida, ma soprattutto diverso nel contenuto, si tratta di una specie di album in cui Emma faceva scrivere ai propri amici alcuni pensieri (spesso citazioni, ma non sempre, di autori famosi) o fare disegni. La stesura pare andare dal 1891 al 1903 con riferimenti ad ambienti milanesi, del lago di Como e veneti-friulani con alcuni nomi dell'entourage di Fogazzaro. Nei prossimi giorni inizieremo a dare un'occhiata anche a questo quaderno.

5 commenti:

Valeria e Marco, ovvero i Filibustieri ha detto...

bene, così sentiremo meno la nostalgia di Angioletta...

La Cosa ha detto...

Wow, ma che bello spettegoliamo sulla Emma daiiiiiiii!!

Fripp ha detto...

Buona idea, Marco.
Però non dimenticarti di raccontarci, per quanto a tua conoscenza, il seguio della vita di Angioletta.
Peraltro, una domanda: tu hai conosciuto tuo nonno, il figlio di Angioletta? Ti ha parlato di sua madre e di suo padre?

laStreGatta ha detto...

Conosceremo l'800 alla moda...!Ye!però voglio sapere ancora della vita di Angioletta!Dai Marco racconta

la duchessa ha detto...

Sono contenta anche io di un altro giro nell'Ottocento, ma che ci posso fare la Emma mi sta ancora sullo stomaco ;-)