domenica 25 maggio 2008

Venerdì 25 maggio 1888 - s. Dionigi

Il muso Piero lo conserva anche questa mattina io invece prima che partisse gli chiesi un bacio me lo fece e partì almeno in apparenza contento. Ritornato verso le 2 però fu freddissimo a mio riguardo senza che ne avessi la minima colpa. La Sig.na Emma stette per più di un ora a discorrere con Piero. Non che io sia gelosa di lei che ne vengono di più belle di lei in farmacia e poi credo nell'affezione che Pietro mi dimostra. Ma siccome Emma sa benissimo censurare sulla condotta altrui, sarebbe meglio che all'occasione sapesse adoperare la morale che detta e metterla in pratica. Io del resto non ho nulla a rimproverarmi quindi non è giusto che cerchi io la pace. Quando ho torto lo faccio ma se ho ragione il mio amor proprio me lo vieta.


- Prosegui la lettura con il giorno successivo: 27 maggio 1888
- Torna al giorno precedente: 24 maggio 1888

5 commenti:

Valeria e Marco, ovvero i Filibustieri ha detto...

come direbbe mia nonna... o' vì! io che t'avev' dett'.. Emma!

La Cosa ha detto...

Evviva Angioletta si è svegliata!!!!!!

la duchessa ha detto...

INFATTI!!
Ma avete notato che dice la Sig.na Emma? Siamo sicuri che si tratti della stessa Emma, sua cugina? E' possibile che Angioletta scriva 'la Sig.na' per sottolineare il distacco per la gelosia, ma non è altrettanto possibile che si tratti di due diverse Emma? E noi che abbiamo tutti malignato sulla cara cugina...

La Cosa ha detto...

No no è sicuramente la cugina, e la chiama signorina invece di dire "la so tutto io"
Marcooooo?????

Marco Ardemagni ha detto...

Ci sono pochi dubbi che sia la cugina: al 99,9% è Emma Brugnatelli. Purtroppo di Emma sappiamo tante cose, ma non quanti anni avesse...
L'appunto del 25 maggio, come si vede, è molto lungo e occupa tutto lo spazio sull'agendina anche del 26, pertanto oggi, 26 maggio, nessun aggiornamento da parte di Angioletta (che, forse, non è nemmeno nella predispozione d'animo di scrivere alcunché).