lunedì 5 maggio 2008

Sabato 5 maggio 1888 - s. Pio V papa

Oggi sabato Piero venne a bere il caffè di allegro umore, sorridente ed affettuoso. Di giorno ebbi molto da fare stirai e ci pettinammo alle 2, verso le 3 1/2 siamo andati noi tre al Cimitero a trovare la povera Zia ed a spargere su quella tomba dei fiori e delle lagrime, unico conforto che ci rimane. Ritornati a casa abbiamo mangiato con appetito ed alla sera abbiamo accompagnato a casa l'Emma.

- Prosegui la lettura con il giorno successivo: 6 maggio 1888
- Torna al giorno precedente: 4 maggio 1888

4 commenti:

Fenrisar ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.
la duchessa ha detto...

Ehi...non si tratterà mica della Zia Mariina Marina Marinia Marisia o come si chiama...?

streghetta ha detto...

ma non credo! avrebbe accennato a un qualche funerale, o no?!?
Comunque pare che Piero dopo che Angioletta si è rivolta a mammà sia tornato di buon umore, concordo un pò con chi pensa che ci sia dell'interesse dietro!

Marco Ardemagni ha detto...

No, no, si tratta quasi certamente della zia Maria Bersani (di fatto una prozia, zia materna della madre di Angioletta), morta il 20 febbraio 1887.
Riguardo all'interesse di Pietro può anche darsi, ma allora non si spiega la scenata di gelosia per la famosa partita a dama con Carletto Bianchi: se ti sposi per interesse puro lasci correre (anche se, persino in un caso del genere, può scattare una reazione di puro orgoglio). Io però propendo per la buona fede di Pietro, il cui principale problema sembra essere un carattere decisamente troppo umorale.