martedì 27 maggio 2008

Domenica 27 maggio 1888 - s. Giovanni

Papa si è alzato e sta benino è uscito a fare una passeggiata, ma dopo minacciando temporale ritornò a casa speriamo quindi continui di questo passo e migliori sempre più. La malinconia che mi invade è tanto forte che giammai non l'ho provata. Piero non cede gli sembra forse un avvilimento l'abbassarsi, non sa che chi ama quando a torto procura tutti i mezzi per avvicinarsi all'oggetto amato, ha un carattere molto difficile da conoscere e bisogna praticare una gran virtù per poter comunicare con lui. Dio me ne dia la forza!


- Prosegui la lettura con il giorno successivo: 28 maggio 1888
- Torna al giorno precedente: 25 maggio 1888

4 commenti:

Valeria e Marco, ovvero i Filibustieri ha detto...

grr mi fa rabbia questo atteggiamento di Piero...
certo che a quei tempi una volta "fidanzato ufficialmente" doveva essere difficile rompere... poi se la causa è una cugina... accidenti, povera Angioletta, sarà anche sentimentale e un po' tendente al melodramma, ma ha comunque vent'anni, ed è sinceramente innamorata... lui tanto sincero non mi sembra, almeno non con se stesso... speriamo bene!

streghetta ha detto...

scusate, ma io non ho capito la frase "... non sa che chi ama quando a torto procura tutti i mezzi per avvicinarsi all'oggetto amato...." me la spiegate?

Valeria e Marco, ovvero i Filibustieri ha detto...

@streghetta credo voglia dire che quando una persona è innamorata e ha litigato col suo amato bene fa di tutto per riavvicinarsi, soprattutto se ha torto...
forse ti ha confuso la mancanza dell'h davanti alla a quando dice chi ama quando a torto

streghetta ha detto...

grazie..;)