domenica 13 aprile 2008

Venerdì 13 aprile 1888 - s. Ermenegildo

Questa mattina ebbi di nuovo la sempre cara visita del mio buon Piero con rispettive dolci parole e cari amplessi. Papà obbligato a letto perché attaccate le mignatte ai piedi, quindi fui sovente in farmacia a trovare Piero e potei fermarmi anche qualche mezz'ora in sua compagnia. Questa sera non venne alcuno e quindi abbiamo potuto discorrere a nostro bell'agio.



- Prosegui la lettura con il giorno successivo: 14 aprile 1888
- Torna al giorno precedente: 12 aprile 1888

2 commenti:

streghetta ha detto...

vediamo quanto durerà, stavolta, la pace tra i due!!

2/12/72 ha detto...

mi viene il sospetto che il papa' di Angioletta soffrisse di gotta...

oppure l'applicazione delle sanguisughe era (a quei tempi) la panacea di tutti i mali...?

e diverse volte si e' fatto accenno anche a "purghe" per febbri e mal di testa...

non mi sarebbe piaciuto ammalarmi nel 1888! :oD