martedì 1 aprile 2008

Domenica 1° aprile 1888 - s. Teodora

Piero come di solito fece la sua visita mattutina fummo a messa a S. Fedele, e di lì al cimitero a trovare i miei cari Zii che non posso giammai dimenticare. Venne la zia Cia. Fu da noi a pranzo Renzo. Alla sera venne ancora la zia Lucia che poi abbiamo accompagnato a casa, di ritorno discorrendo sempre ci siamo trovati alla maison senza accorgerci.




- Prosegui la lettura con il giorno successivo: 2 aprile 1888
- Torna al giorno precedente: 31 marzo 1888

1 commento:

Valeria e Marco, ovvero i Filibustieri ha detto...

è tornato il sereno tra i due innamorati...
il comportamento suscettibile di Pietro mi ricorda molto una persona, che immaginava intenzioni maligne o maliziose anche quando non ce n'erano affatto e alla fine portava a temere continuamente i suoi improvvisi e incomprensibili malumori... alla lunga si perde la spontaneità dei comportamenti per timore delle reazioni dell'altro...
vediamo cosa succederà e come si porterà Angioletta...