venerdì 29 febbraio 2008

Mercoledì 29 febbrajo 1888

Alzata di buon mattino e scesa a trovare il mio buon Piero mi fermai poco, perché avevo molte cose da disimpegnare, uno sguardo ed una sola parola bastano per due persone che si amano. Arrivo di D. Luigi rimase con noi a pranzo, alla sera facemmo un po' di musica indi con Piero andarono a fare una passeggiata. Di ritorno mi trovarono a letto perché avevo un forte mal di capo.



Nota: L'anno 1888 è bisestile, ma l'agendina di Angioletta (che è generica) non prevede il 29 febbrajo. Lei pare non accorgersene ed aggiunge negli spazi del primo e del 2 marzo due aggiornamenti quotidiani. Poi, giunta allo spazio dell'agenda destinato al 3 marzo, pare accorgersi di essere rimasta indietro di un giorno e corregge a mano la data in 2. Pertanto dobbiamo concludere che la nota nello spazio del primo marzo si riferisca agli avvenimenti del 29 febbraio.

- Prosegui la lettura con il giorno successivo: 1° marzo 1888
- Torna al giorno precedente: 28 febbrajo 1888

3 commenti:

Marco Ardemagni ha detto...

L'agendina di Angioletta non prevede il 29 febbrajo e lei pare non accorgersene per qualche giorno: scrive la nota del 29 nello spazio del primo marzo. D. Luigi è uno dei due fratelli sacerdoti di Pietro, sentiremo ancora parlare di lui.

Valeria e Marco, ovvero i Filibustieri ha detto...

Frequenti mal di capo questi due innamorati... anche se quelli di Piero mi sono sembrati a volte dovuti al malumore.

la duchessa ha detto...

...ma come mi piacerebbe poter 'zoomare' sulla pagina vera del diario, quella di carta, e sguazzare fra quegli svolazzi...
E inoltre, il 29 febbraio, alla sera, la Angioletta fece "un pò di musica": e che c'era già Sanremo??
Pippo I alla conduzione, sono sicura...