martedì 26 febbraio 2008

Domenica 26 febbrajo 1888 - ss. Felice e Fortunato

Mi sono alzata alla mia solita ora fatta la debita visita, che non mi parrebbe di ben incominciare il giorno senza d'aver salutato con un bacio quel mio tesoro. Giornata umida quindi non uscimmo. Fatte molte dosi di polvere. Alla sera poi con Carlotta, Emilia e Piero fummo al Carcano. Passato una bella serata, le ore volano in compagnia dell'amato bene. Ritornati a casa ci fermammo un po' abbasso indi a malincuore ci siamo lasciati.


- Prosegui la lettura con il giorno successivo: 27 febbrajo 1888
- Torna al giorno precedente: 25 febbrajo 1888

3 commenti:

m. s. ha detto...

cosa sono le "dosi di polvere"?

Marco Ardemagni ha detto...

Eh non è chiaro. Sarà certamente qualche specialità farmaceutica. Non credo la cocaina, anche se fu un milanese, anzi precisamente un monzese, Paolo Mantegazza, il primo a divulgare in Europa l'utilizzo sperimentale della cocaina, a partire dal 1859, che poi divenne popolare in tutto il mondo occidentale tanto poi da venire inclusa, nel 1886, nella ricetta originale della Coca-cola.
Ma qui quasi certamente si tratta di qualche altra specialità farmaceutica, servirebbe qualche storico della medicina per avanzare qualche ipotesi.

Emma ha detto...

visto che non è uscita per via del brutto tempo magari è rimasta a casa a spolverare?