lunedì 21 gennaio 2008

21 Gennajo 1888 - s. Agnese vergine

Ieri il secondo aggiornamento di Angioletta che per scrivere ha utilizzato sia lo spazio sull'agenda del 20 che quello del 21 gennaio, come se sapesse che non avrebbe scritto nulla il giorno dopo. Da qui il sospetto che la prima nota dell'11, questa del 20, e anche le prossime del 1, 4 e 5 febbraio siano state scritte successivamente, ricordandosi quello che era successo. E che l'aggiornamento costante del diario sia partito il 6 febbraio 1888 dove, non a caso, troveremo la scritta "Giorno I".
Ma vediamo chi era il sig. Gadina citato ieri come "testimonio" dei baci tra Angioletta e Pietro. In un documento trovo che il sig. Gadina si era già presentato come testimone, ma in questo caso in senso strettamente legale, per la madre di Angioletta, in un atto di notorietà del 13 dicembre 1885 presso la pretura di Milano, sempre per le pratiche relative all'eredità del Rag. Carlo Bersani. Il signor Gadina viene qui descritto come Gadina Algeri di Gaudenzio di anni 30, nato a Vercelli domiciliato in Milano, Via S. Maria alla Porta N° 9 Possidente. Un amico di famiglia, quindi, un possidente di origine vercellese, che al momento del diario ha 32 anni, mentre Angioletta ne ha 19 e Pietro, il suo fidanzato, ne deve ancora compiere 27.

3 commenti:

Trev ha detto...

Marco, lasciati dire che sei un grande.
Ho riso per le tue fesserie negli anni di Bar Sport fin dal lontano 1990 (chi si ricorda il "saltarello"? Io sì!), rido ora per le tue fesserie a Caterpillar e le rare volte che mi capita di ascoltare CaterSport.

E quella di pubblicare il diario di Angioletta è un'idea notevole... Grazie di esistere, sei mitico. :)

Ben ha detto...

Ma l'eredità di cui si parlava non era quella del prozio materno di Angioletta il Rag. Carlo Bersani?

Marco Ardemagni ha detto...

grazie a trev per le belle parole, e a ben per la domanda. Finora abbiamo parlato di due eredità: quella del rag. Carlo Bersani, fratello della nonna materna di Angioletta, morto nel 1875, e quella di Annunciata Morosini, bisnonna di Angioletta, morta nel 1835. Per i dubbi, fate riferimento all'albero pubblicato il 22 gennaio