domenica 20 gennaio 2008

Venerdì 20 gennajo 1888 - s. Sebastiano martire

Per me questa sera fu una delle più belle della mia vita. L'essere compresi da una persona che si adora il sentirsi profferire parole dolci d'affetto, come l'animo esulta, la poesia si risveglia e l'affezione raddoppia sempre più, in questi momenti di espansione. Testimonio pure il Signor Gadina. Ritornati a casa dal ballo ci facemmo un bacio suggello della promessa che ci siamo dati. Che momenti sublimi ed incancellabili sono questi, peccato che non durino sino all'eternità


- Prosegui la lettura con il giorno successivo: 1° febbrajo 1888
- Torna al giorno precedente: 11 gennajo 1888

Persone: Pietro, Gadina

2 commenti:

lisa ha detto...

che dolci queste sue parole. il modo di esprimersi...

Den ha detto...

Che si sia ancora spazio ai giorni nostri per questa educata intensità?