domenica 10 agosto 2008

Venerdì 10 agosto - s. Lorenzo martire

Ricevuto lettera di Piero diretta a Papà dove annuncia il proprio arrivo pel pranzo. Lavorato tutto il giorno. Piero e Carletto arrivarono alle 5 1/2 li trovai bene in salute e di buon umore. Pietro andò a dormire perché era molto stanco. Alla sera abbiamo accompagnato a casa la Zia e l'Emma, indi contenti e felici ci ritirammo a casa. Preso lezione di piano. [segue nelle annotazioni]
Un mese come oggi sarò col mio Piero lontana da' miei Genitori per quindici giorni. Quali e quanti doveri è seminata la via che però coraggiosamente e volenterosa sta per [parola cancellata] incominciare. Sarò capace di governare una famiglia?… Lo so che ho a me vicina la Mamma che come consigliera esperta e donna attenta mi aiuterà, mi esorterà in ciò che vedrà necessario. E lui [parola cancellata] il matrimonio chissà come lo spaventa! L'idea di essere legato per sempre ad una donna chissà come lo trova amaro!…
Ma io cercherò di fargliela trascorrere lieta e bello questo cammino e dargli continue consolazioni.




- Prosegui la lettura con il giorno successivo: 11 agosto 1888
- Torna al giorno precedente: 9 agosto 1888

3 commenti:

la duchessa ha detto...

Ma questa poveretta si rende conto secondo voi di quello che prova?
Invoca la vicinanza della madre per aiutarla nella vita matrimoniale, sa che il futuro marito vive come un incubo il fatto di legarsi a una donna per tutta la vita...Benedette siano le donne che bruciavano i reggiseni in strada ;)
(Almeno adesso sappiamo che la data del matrimonio è il 10 settembre)

streghetta ha detto...

...già si sposa il 10 settembre, ma che tristezza fanno le sue considerazioni. O forse nel 1888 si ragionava così.... eppure dovrebbe essere un matrimonio d'amore... meno male che sono nata nel 1970!

Valeria e Marco, ovvero i Filibustieri ha detto...

dai ragazze, un po' di indulgenza... la povera Angioletta è solo lo specchio dell'educazione dell'epoca, non ce lo dimentichiamo che leggiamo i pensieri di una ragazza di 20 anni di più di un secolo fa!
non ci si può aspettare che lei ragioni come noi, e che veda la vita di coppia come una trenta/quaranenne di questo secolo...
tuttavia, ciò non toglie la sua ingenuità...