sabato 2 agosto 2008

Giovedì 2 agosto 1888 - s. Maria degli angeli

1888. Arrivo felicissimo accoglienza splendida. Trovato un dono della Zia Teresa assai elegante. Piero affettuoso.



- Prosegui la lettura con il giorno successivo: 3 agosto 1888
- Torna al giorno precedente: 1° agosto 1888
Scegli un'altra pagina del Diario di Angioletta


Nota: Lo spazio del 2 agosto è occupato da una nota che non si collega né con la precedente (del 1° agosto 1888) né con la successiva (del 3 agosto 1888) e che potrebbe essere, in senso cronologico, la prima nota scritta sul diario di Angioletta. Anche se non è chiaro quando sia stata scritta, è in ogni caso la nota che narra l'episodio meno recente della vita di Angioletta.

Infatti notiamo che l'indicazione dell'anno, che viene aggiunta come sempre a mano di fianco alla data prestampata, è stata infatti corretta: il solito 1888 scritto originariamente è stato cancellato e sotto l'indicazione di S. Maria degli Angeli è stato vergato un 1887. Inoltre la nota si riferisce a un episodio che difficilmente può essersi svolto nell'agosto 1888 nel corso della breve vacanza a Stabio di una Angioletta fidanzatissima, l'appunto tratta infatti del rifiuto della proposta di matrimonio fattale dal Sig. Bolis (di cui abbiamo parlato nel primo post: 2 agosto 1887): "Ieri sera gran ridere in occasione della domanda di matrimonio fatta dal Sigr Bolis ed in modo così drammatico ed esaltato che tutti ne abbiamo riso di cuore. fui però un po' troppo scortese ma dipende dal mio benedetto carattere".

Trovando occupato lo spazio del 2 agosto, Angioletta si risolve poi a scrivere una breve nota relativa al giorno 2 agosto 1888 (giorno in cui torna a casa da Stabio) sul margine della pagina successiva (3 agosto). "1888 Arrivo felicissimo accoglienza splendida. Trovato un dono della Zia Teresa assai elegante. Piero affettuoso"

Restano però moltissimi dubbi su quando sia stata effettivamente scritta la nota relativa al 2 agosto 1887, quella che racconta la proposta di matrimonio del signor Bolis.

La prima ipotesi è la più immediata: la nota sarebbe stata scritta effettivamente nel 1887 (assieme forse a un'altra piccola nota il 6 di settembre): anno nel quale Angioletta avrebbe utilizzato l'agendina solo occasionalmente. Poi, all'inizio del 1888, l'agendina sarebbe stata ripresa in mano da Angioletta per le sue annotazioni quotidiane fino a che con il flusso della scrittura non sarebbe arrivata al 2 agosto trovandolo già occupato.

Questa ipotesi però cozza con il fatto che di fianco alla data del 2 agosto sia stato scritto e poi cancellato 1888. Se la nota fosse stata scritta effettivamente nel 1887 difficilmente si sarebbe potuto fare un errore del genere. Anche il fatto che l'inchiostro sia lo stesso della nota precedente sembrerebbe smentire questa ipotesi.

Forse il tutto potrebbe conciliarsi formulando una ipotesi differente. La nota sarebbe stata effettivamente scritta nel 1888, ma con riferimento a un episodio del 1887. In altre parole: la sera del 2 agosto 1888, come quasi tutte le sere, Angioletta vorrebbe iniziare a scrivere la nota con gli avvenimenti della giornata e aggiunge 1888 di fianco alla data prestampata, poi si ricorda che lo stesso giorno dell'anno prima era accaduto un evento memorabile, allora cancella il 1888, aggiunge il 1887 e scrive l'episodio relativo alla proposta di matrimonio, "come se" fosse stato scritto allora (nel 1887): "Ieri sera gran ridere in occasione della domanda di matrimonio fatta dal Sigr Bolis ed in modo così drammatico ed esaltato che tutti ne abbiamo riso di cuore".  Aggiunge poi a matita una completamento/ripensamento (che potrebbe essere anche stato scritto in un altro momento)  "fui però un po' troppo scortese ma dipende dal mio benedetto carattere".
Finita la rievocazione, con la pagina quasi del tutto occupata avrebbe poi scritto sul bordo della pagina successiva la nota relativa al 2 agosto 1888. Sono solo ipotesi quello che sembra abbastanza certo è che il 2 agosto 1887 Angioletta abbia detto di no a Bolis, mentre il 2 agosto 1888 sia tornata a Milano da Stabio.

Questa seconda ipotesi ha un grosso difetto: non spiega perché la frase finale alla nota relativa al 2 agosto 1887 è stata aggiunta a matita. Se è stata scritta contestualmente alle frasi precedenti e successive (nella pagina seguente) il passaggio a matita resta dubbio.

La terza ipotesi allora prevede sempre che la nota relativa al 1887 sia stata scritta nel 1888 (esclusa però la parte a matita!). E subito dopo sia stata scritta sul bordo della pagina seguente la parte relativa al 2 agosto 1888. Poi in un momento ancora successivo, magari anni dopo, rileggendo il diario (ricordiamo che ha conservato l'agenda per una vita) Angioletta potrebbe aver pensato che nel 1887 era stata un po' scortese nel rifiutare Bolis e potrebbe aver aggiunto l'appunto di scuse a matita.
Ma anche questa terza ipotesi presta il fianco a una critica: non spiega perché - nel 1888 - Angioletta non abbia sfruttato quel poco spazio in calce alla nota relativa al 1887 (e non ancora occupato dalla nota a matita) per scrivere l'appunto relativo al 2 agosto 1888 invece di andare sul bordo della pagina successiva.

2 commenti:

Marco Ardemagni ha detto...

Oggi Angioletta scrive poco: Lo spazio del 2 agosto è occupato da una annotazione relativa all'anno prima il 1887: "Martedì 2 Agosto 1887
Ieri sera gran ridere in occasione della domanda di matrimonio fatta dal Sig.r Bolis ed in modo così drammatico ed esaltato che tutti ne abbiamo riso di cuore. fui però un po' troppo scortese ma dipende dal mio benedetto carattere." L'annotazione del 2 agosto 1888 è così riportata in testa al 3 agosto, ma lo spazio è poco...

Valeria e Marco, ovvero i Filibustieri ha detto...

la cosa che mi fa un po' tristezza è che l'affettuosità di piero viene annotata come un evento da sottolineare...